sabato 28 aprile 2012

venerdì 27 aprile 2012

MMS



Gli uomini a 20 anni lo fanno MMS (mattino mezzogiorno e sera)
A 40 anni lo fanno MMS (martedì mercoledì e sabato)
A 50 anni lo fanno MMS (marzo maggio e settembre)
A 80 lo fanno MMS (magari maria santissima!!!!!)


Ci siamo o no?

martedì 24 aprile 2012

Ci sono...



Quattro infermiere, assegnate ad un dottore dispotico, stanche di rimproveri e sgarberie, decidono di fare una rappresaglia ed impartire a quel medico una lezione. "Io ho ficcato dell'ovatta dentro il suo stetoscopio!" - dice con orgoglio la prima - "Sarà una vera sorpresa per lui quando visiterà i pazienti domani!"
"Sarà sì una sorpresa" - incalza la seconda - "io ho levato tutto il mercurio del suo termometro ed ho dipinto di rosso quarantadue di febbre!"
La terza soffocando una risatina dice: "Io ho fatto di peggio. Sono andata a cercare nel suo cassetto ed ho trovato i preservativi che lui usa personalmente. Ho preso uno spillo e li ho bucati uno per uno..."
La quarta infermiera sviene.


Sono in ferie e purtroppo devo sopportare questo tempo orribile.
Ma uno stacco dal manicomio ci voleva proprio. Venerdì la mia capa ha avuto il coraggio di dirmi che non regge la tensione e che intende mollare. Fare la dirigente in queste condizioni non le va più.
Ma bene! E che dovrei dire io che da anni sopporto colleghi stronzi che cercano di fare i furbetti e capi che non capiscono un cavolo?



Foto: terme di Diocleziano - Roma

sabato 21 aprile 2012

Non fa una piega


Mentre ieri sera ero a cena con le amiche A. e C. ho scoperto perché A. fa scappare tutti gli uomini che incontra... scherzo!
Ieri ha spiegato che l'ultimo che ha semi-frequentato non sopporta il fumo e lei è una fumatrice di quelle toste.

All'ennesima paternale sul fumo A. è sbottata:
- Guarda io smetterò di fumare quando avrò una relazione seria con un non fumatore. Tu vuoi avere una relazione seria con me?
- No...
- Allora non rompermi le palle sul fumo!

Non fa una piega.

giovedì 19 aprile 2012

Film commoventi



Se qualcuno mi chiedesse quale film mi ha fatto versare più lacrime risponderei "Incompreso".
Film di Luigi Comencini del 1966.
È la storia dei due figli del console britannico a Firenze, Andrea di 8 anni e Milo di 4, rimasti orfani di madre e cresciuti da rigide governanti.
Il più grande dei due, sensibile ed introverso, vittima di un incidente di gioco, morirà tra le braccia del padre.
Persino mentre preparo questo post gli occhi mi si riempiono di lacrime.
Dicono che i vecchi si commuovano più facilmente dei giovani, ma se sto messa così male già adesso, tra 30-40 anni quali tiri balzani farò?

E voi?
Qual è il film che vi ha commosso di più?

Foto: pesce deceduto sulla spiaggia di Jesolo

martedì 17 aprile 2012

Tortini al cioccolato


Avete pezzi di uovo di cioccolato fondente in casa?
Ecco una ricetta interessante per utilizzarlo e fare bella figura in una cena tra amici o meglio ancora... romantica.


Comprate:
burro, 125 g
zucchero, 90 g semolato + 30 g canna
2 uova di galline libere di razzolare
farina 00, 200 g
1 bustina vanillina
1 bustina lievito
latte italiano, 150 ml
cacao in polvere equosolidale, 15 g + 60 g di gocce/pezzetti di cioccolato fondente
un pizzico di sale

Lavorare a crema il burro con lo zucchero. Sbattere le uova con la vanillina e incorporarle al burro. Setacciare farina, cacao e sale e inserirli nel composto aggiungendo poco per volta il latte, poi unire il lievito e il cioccolato.
Versare il composto in pirottini di carta oleata per 2/3 del loro volume ed infornare a 190° per una ventina di minuti.

Se volete essere goduriosi fino in fondo... fate sciogliere un po' di cioccolato a parte e servite i tortini accompagnati dalla crema fondente... Io ho optato per della panna che avevo già pronta in frigo.
Buon dolcino!

lunedì 16 aprile 2012

Pollice verde cercasi


Qualcuno è in grado di aiutarmi con questo Dendrobium (orchidea) che alberga a casa mia da un paio d'anni e che sta mettendo radici aeree a più non posso?

Taglio i getti e li pianto in un vaso con caratteristiche simili a quello originario?

Non vorrei fare danni. Help me!

Comunque, buon inizio di settimana.

sabato 14 aprile 2012

Colgo l'attimo: partirò!


Mia mamma ieri:
- Tuo fratello e tua cognata hanno deciso di andare a fare una crociera con il bambino. Io gli ho detto che non appena l'avresti saputo ti saresti aggregata all'allegra comitiva.
- Certo che ci vado!

Entra mio fratello.
- Ciao, guarda che vengo anch'io in crociera. Basta che mi comunichi il giorno della partenza.
- Ciao. Va benissimo, adesso cerchiamo una buona offerta della Costa che parta da Venezia.

Ecco fatto. Visto che, come dice il mio medico, ho una certa età e andando avanti non potrò che peggiorare, mi conviene cogliere ogni occasione piacevole e divertente.
Se qualcuna di voi si volesse aggiungere alla brigata mi avvisi.

Foto: isola di Corfù

venerdì 13 aprile 2012

Negozi vaganti


C'è un negozio di scarpe vicino a casa mia o forse dovrei dire che c'era un negozio di scarpe vicino a casa mia, che si è improvvisamente svuotato. Ci passo davanti tutti i giorni ma l'altro ieri era tutto arredato con scarpe e borse primaverili in bella mostra e ieri era tutto sparito, con la sola eccezione di una borsa arancione al centro della stanza.
Mi ha provocato un'ondata di tristezza assistere a questo fenomeno improvviso.
Ma ormai è la norma.
Nella mia città c'è un continuo girovagare degli stessi negozi alla ricerca dell'affitto più basso. Da una via all'altra, da uno stabile all'altro, anche posto a una ventina di metri dalla precedente ubicazione (un'erboristeria dove vado di tanto in tanto).
In questo periodo di crisi credo sia comprensibile tale migrazione continua.

Ma è solo dalle mie parti che capita questo o l'avete osservato anche dalle vostre?


Foto: vi consiglio una visita al sito www.madamepivot.it

giovedì 12 aprile 2012

Buona giornata!


Ci sono una donna sposata e suo figlio in un bar.
Il bambino si affaccia ad una finestra e dice alla mamma: "Mamma guarda! un signore si sta buttando giù da un grattacielo!"
E la mamma risponde "Dì a quello lì che gli ho fatto le corna, non le ali!"


Foto: colli bolognesi

mercoledì 11 aprile 2012

Non aggiungo altro


Signora Madre, è notte fonda, mi sono alzata e sono venuta qui a scrivervi. Tanto per cambiare, anche questa notte l'angoscia mi ha presa d'assalto. Ormai è una bestia che conosco bene, so come devo fare per non soccombere. Sono diventata un'esperta della mia disperazione.
Io sono la mia malattia e la mia cura.

Incipit di Stabat Mater di Tiziano Scarpa



Foto: Santuario della Madonna di San Luca - Bologna

lunedì 9 aprile 2012

Pasquetta tra mare e laguna


Dopo un risveglio promettente con qualche sprazzo di sole, le nubi hanno fatto capolino presto. Un giro veloce in auto giusto per ammazzare il tempo di questa Pasquetta piovosa.
La spiaggia di Jesolo si presenta quasi deserta con la riva spumosa. C'è vento, meglio dirigersi altrove.


Da Cavallino centro lungo Via Pordelio, costeggiando la laguna di Venezia, si arriva a Treporti. Lungo la via sono visibili numerosi torri telemetriche di avvistamento.


Alla fine di Via Pordelio alla rotonda si svolta a destra e si prende il ponte di Via Treportina e da qui ci si dirige verso Lio Piccolo. Località nel bel mezzo della laguna.
Le vie asfaltate lungo le quali s'incontrano moltissimi turisti in bici sono strettissime e di tanto in tanto c'è uno slargo per consentire il passaggio nei due sensi delle auto. Da una parte e dall'altra ci sono barene e acqua.

Sono zone da visitare in bici fermandosi ad ammirare l'avifauna che qui è abbondante. Alcune trattorie, ristoranti e agriturismi sono le principali attrazioni in questi posti, ricchi di orti e di allevamenti di pesci.


In questi posti sperduti, che meritano un mio approfondimento ed una nuova visita dedicata, vi sono anche pregevoli edifici.
Nella foto il campanile della Chiesa di Santa Maria della Neve eretta nel 1791 per merito della nobile famiglia veneziana Boldù, proprietaria dell'isola. Successivamente passò ai padri armeni mechitaristi ancora oggi residenti nell'isola di San Lazzaro (visitabile, insieme al convento, alla biblioteca e al museo degli armeni). Il campanile è già stato ristrutturato, mentre la chiesa è in fase di restauro.

Le foto non sono granché, ma come sempre, se a qualcuno piacciono sono a disposizione.

domenica 8 aprile 2012

Pasqua


Io mi sono consolata così dal brutto tempo che non mi ha permesso gite fuori porta:

Spaghetti alla chitarra alla K&M


Ingredienti:
spaghetti alla chitarra fatti in casa (ieri)
4-5 cappesante (anche un buon surgelato)
un etto circa di zucca già lessata
gamberoni a piacere (anche un buon surgelato)
aglio, sale aromatico, prezzemolo e olio d'oliva italiano

In un wok rosolare un paio di spicchi d'aglio senz'anima con un po' di olio d'oliva, aggiungere le cappesante e far insaporire insieme a del sale aromatico. Dopo tre minuti togliere le cappesante e procedere alla cottura per qualche minuto della zucca nel wok con il prezzemolo tritato.
Nel frattempo far bollire l'acqua per la pasta e cuocere i gamberoni nell'acqua salata in cui sono stati inseriti anche gli spaghetti alla chitarra. Dopo 7-8 minuti controllare la cottura dei gamberoni (da estrarre se cotti). La pasta va saltata nel wok insieme alla zucca e alle cappesante a pezzettini. I gamberoni saranno una gustosa guarnizione del piatto.

giovedì 5 aprile 2012

Dal dottore


K: Dottore sono qui per la revisione annuale.
D: Va bene, allora facciamo analisi del sangue, urine, controlliamo anche la tiroide.
K: Anche il seno.
D: Eh sì.
K: Ma è sufficiente l'ecografia solita o devo fare anche la mammografia?
D: Alla tua età devi fare anche la mammografia.
K: Va bene, però per il seno che ho io, quasi inesistente...
D: Non importa, è l'età...

Tre impegnative.

K: Avrei anche male ad un piede, quello destro.
D: Vediamolo... Ti sta venendo l'alluce valgo. Eh sì, è l'età.

Tra me e me... Ancora con sta età! Non sono mica una vecchia decrepita!

D: Direi di fare i raggi ai piedi, entrambi. Ma l'età è quella purtroppo, questi problemi cominciano adesso.

Quattro impegnative.
Tutto per colpa dell'età!

Foto: Axel Munthe (1857-1949) medico della casa reale
svedese, proprietario di Villa San Michele ad Anacapri

martedì 3 aprile 2012

Per finire in bellezza una lunga giornata...


Marito e moglie... è sera... la donna è in bagno... si prepara per una focosa notte d'amore... quando il marito le dice:
"Amore... abbassa tutte le serrande... "
E la moglie con aria divertita "... ma caro... cosa mi vuoi fare... ?"
E lui "dai cara, chiudi tutte le tende... chiudi tutto!" e lei... "amore... amore... ma sei proprio un bricconcello...... " e lui "dai... spegni la luce!".
Lei spegne la luce ed eccitata si infila sotto le coperte, allora il marito le dice... "Cara......... hai visto il mio nuovo orologio fosforescente?!"


lunedì 2 aprile 2012

Le solite storie di corna...



Non vorrei cominciare la settimana in polemica con il mondo femminile ma mi è stata raccontata ieri l'ennesima storia di corna, di rassegnazione e di sopportazione.

Questi i fatti:
coppia giovane sposata da qualche anno, il marito ha un lavoro che lo porta qualche volta fuori casa (fuori regione) anche per lunghi periodi, la moglie ha un lavoro di responsabilità nella grande distribuzione, nessun problema economico.
Il marito nel primo periodo di lavoro lontano da casa aveva già dato prova di essere marinaio, cioè di trovarsi una donna in ogni porto, come narrano gli antichi fosse abitudine degli uomini di mare. Lei, consapevole di questo, aveva comunque fatto finta di nulla.
Passano gli anni e la storia continua a ripetersi, solo che nel frattempo s'imbarcano nella fecondazione assistita.
Giustamente, il matrimonio fa acqua da tutte le parti per rimanere in tema marinaresco, e la cosa migliore è fare un figlio...

Perché ste belle pensate non mi vengono mai in mente?
Alle mie amiche non darei mai un consiglio del genere... Devo essere proprio difficile io!

Adesso nel bel mezzo di questo matrimonio in balia del mare grosso, con il marito insieme ad un altra donna, la moglie che dice?
"Torna sempre a casa da me. Ogni sera viene a dormire a casa. Magari arriva tardi, ma arriva sempre."

Ma ti pare sufficiente come motivazione per tenere in piedi un matrimonio naufragato da un secolo?
Dite voi. Io mi arrendo.


Foto: gentilmente donata dalla mia amica M. è una delle
porte turrite del centro storico di Sesto al Reghena (PN)

domenica 1 aprile 2012

Quattro regole

Le quattro regole basilari della donna per la felicità del suo matrimonio sono:

1. E' importante trovare un uomo che sappia cucinare e tenere pulita la casa.
2. E' importante trovare un uomo che guadagni molto e sia molto bravo nel suo lavoro.
3. E' importante trovare un uomo a cui piaccia veramente molto fare sesso.
4. E' importantissimo che questi tre uomini non si conoscano mai.

Buona domenica!