giovedì 30 dicembre 2010

Per fortuna sta finendo...


Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore.
E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione.
In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare.
Tutto il resto è secondario.


Steve Jobs


B
uona fine e buon inizio.
Che sia per tutti un meraviglioso anno nuovo!


martedì 28 dicembre 2010

Il dopo com'è?


Sono curiosa.

Dopo aver fatto l'amore con qualcuno/a che fate?
Un pisolino, le coccole, una sigaretta, quattro chiacchiere, silenzio?

A me è capitato che dopo l'amore il mio uomo si sia messo a discutere del mercato globale, dilungandosi in particolari ed esempi.

Un argomento molto interessante, forse discusso nel momento sbagliato o forse è quello giusto?



P.s. Un pò di silenzio e coccole non guasterebbero.

sabato 25 dicembre 2010

Il regalo rimbalzato


Mi è stato rimbalzato un regalo con la scusa che i destinatari avevano già un oggetto simile e il mio sarebbe stato un doppione.
Adesso però devo pensare ad un regalo in sostituzione...

Ma se ricevete un regalo che non vi piace che fate?

Accettate lo stesso e poi penserete a come sistemarlo (riciclo o simili) o lo respingete con gentilezza e con qualche scusa?

mercoledì 22 dicembre 2010

Un augurio




Dovrebbe essere a forma di albero... ma è il contenuto che ha valore. Regalo della nostra insegnante di yoga.

Tu che ne dici se in questo Natale faccio un bell'albero dentro il mio cuore e ci attacco, invece dei regali, i nomi di tutti i miei amici?

Gli amici lontani e vicini, gli antichi e i nuovi, quelli che vedo tutti i giorni e quelli che vedo di rado, quelli che ricordo sempre e quelli che alle volte restano dimenticati.
Quelli costanti e quelli intermittenti.
Quelli delle ore difficili e quelli delle ore allegre.
Quelli che, senza volerlo, ho fatto soffrire e tutti quelli che mi hanno fatto soffrire.
Quelli che conosco profondamente e quelli dei quali conosco le apparenze.
Quelli che mi devono poco e quelli ai quali devo molto.
I miei amici semplici, i miei amici importanti.
I nomi di tutti quelli che sono già passati nella mia vita.
Un albero con radici profonde perchè i loro nomi non escano mai dal mio cuore.
Un albero dai rami molto grandi perchè i nuovi nomi venuti da tutto il mondo si uniscano ai già esistenti.
Un albero con un'ombra molto gradevole perchè la nostra amicizia sia un momento di riposo durante le lotte della vita.

Foto: la lettera e la campanella che l'avvolgeva.

lunedì 20 dicembre 2010

A ciascuno il suo



Un giorno alla settimana voglio essere lasciata in pace.
Devo dedicarmi al relax, all'ozio più totale. E quando dico ozio, è ozio per davvero!
Una giornata dove non togliere neppure il pigiama, dove creare un solco sul divano e guardare la tv.
Oppure sfogliare qualche rivista o fare dei lavoretti in casa che non comportano l'uso della mente, del pensiero, del cervello insomma.
Non voglio interferenze. Non voglio sentire telefonate o il campanello che suona. Nulla di tutto quello che mi collega al mondo.
E' il mio modo di rigenerarmi.
Il niente.


Foto: risotto alle "canoce" con pepe verde e sale nero

giovedì 16 dicembre 2010

martedì 14 dicembre 2010

Tra amiche



Ti ricordi che mio marito si mangiava sempre le unghie? dice una signora ad un'amica. Non ci crederai, ma sono riuscita a farlo smettere!
- Sì? E come hai fatto?
- Semplice. Gli ho fatto sparire la dentiera...


Buona giornata!

domenica 12 dicembre 2010

Passeggiata di ieri




Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo stanno ad ascoltare.


Luigi Pirandello


Passeggiata con l'amica M. ieri in spiaggia.
Una giornata splendida, calda ed assolata.
Mi ci voleva.

giovedì 9 dicembre 2010

Riflessione



Con tutto l’oro del mondo non si può comprare il battito del cuore, nè un lampo di tenerezza.

Alphonse De Lamartine


Foto: laguna di Venezia

domenica 5 dicembre 2010

Un appello



Accolgo la richiesta del mio amico Sergio di postare un appello:

Marcello Doria è un cittadino italiano, di anni 34, residente in Argentina da 33; è meccanico e ha tre figli.
Qualche giorno fa La Nuova Venezia si è occupata del suo caso.
  • Nel 2005 è stato ingiustamente accusato dell'omicidio di un uomo;
  • E' stato ingiustamente incarcerato ed illegalmente detenuto dalle autorità argentine;
  • E' stato maltrattato e torturato da poliziotti corrotti;
  • Oggi (dicembre 2010) è ancora rinchiuso in un carcere privo di qualsiasi garanzia di incolumità e di un giusto processo.

L'appello è dei familiari italiani che vivono a Chioggia (uno lo conosco personalmente). Chiedono solo che le Autorità competenti si occupino del caso.

Inserite per favore un accenno nei vostri blog, forse se la notizia circola potrebbe arrivare anche al Ministero degli Esteri e "dare una mossa" a chi di dovere.

venerdì 3 dicembre 2010

Buon week end sorridendo!



Un anziano ultracentenario si reca dal medico:
- Dottore! Lei mi dovrebbe aiutare...
- Quale sarebbe il suo problema?
- Ho ormai 103 anni e corro ancora dietro alle ragazze!
- E allora? Dovrebbe essere contento! Questo è un segno di vitalità!
- Sì... però non mi ricordo perchè gli corro dietro...


Sì è una vecchia barzelletta... ma sempre simpatica.

mercoledì 1 dicembre 2010

A modo mio


Non posso fare a meno di pensare che nell’amore ci sia qualcosa di essenzialmente sbagliato. Tra amici si litiga o ci si perde di vista, e anche tra parenti stretti, ma non c’è questo spasimo, questo pathos, questa fatalità che sta attaccata all’amore.
L’amicizia non ha mai l’aspetto della condanna.
Perché dunque l’amore è così misteriosamente esclusivo?
Si possono avere mille amici, ma si deve amare una sola persona.


Vladimir Nabokov

Io sono per la monogamia...

martedì 30 novembre 2010

Pensiero del mattino


Ogni mattina con la mia amica M. ci scambiamo sempre un messaggio di buongiorno e di augurio per una nuova buona giornata.
Ma ci scambiamo anche pensieri e malanni.

Qualche giorno fa M. mi ha scritto:

Non capisco perchè non ci alziamo mai un giorno che stiamo bene completamente. O il corpo o il cuore o la mente hanno sempre qualcosa che non va.

Semplicemente così è la vita...

domenica 28 novembre 2010

I pisellini



Quando ho visto quello cho ho visto ho subito pensato di farne un post.

Venerdì pomeriggio vado in un centro benessere per un percorso che comprende vasca idromassaggio, sauna, bagno turco e altre amenità.
Circa tre ore di coccole e relax.
Il nudo è vietato e ci sono cartelli di avviso dovunque.

Ad un certo punto, entrata in una cabina dedicata all'aromaterapia, vedo uscire dalla doccia di fronte un ragazzo col pisello in bella vista.
Subito dopo un altro e poi un altro ancora.
Spunta pure una vecia con slip striminzito e tette a vista.

Sono cambiate le regole o ho sbagliato giornata?

Alla reception mi spiegano che in Austria si va in sauna così e che cercheranno di far presente agli ospiti che è preferibile indossare il costume...

Mah. Esibizionismo?

venerdì 26 novembre 2010

Sull'amicizia



Ho un compito per la prossima lezione di spagnolo.
Fare una riflessione sull'amicizia e scriverci qualcosa sopra...

Ho scovato questa frase:
Uno dei benefici dell'amicizia è di sapere a chi confidare un segreto.
Alessandro Manzoni

Un inizio... Provo a continuare...

  • Ostacoli dell'amicizia sono l'egoismo e l'invidia
  • L'amicizia non cerca denaro
  • Nell'amicizia fondamentale è la parola
  • L'amicizia va coltivata nel tempo
  • Si rischia di perdere un amico per la lontananza e la lunga assenza
  • Nell’amicizia non ci si deve mai aspettare troppo
  • Nel bisogno si dimostra la vera amicizia
  • Un bacio è la differenza tra l'amore e l'amicizia

Mi aiutate?

Foto: auditorium Santa Margherita - Venezia

mercoledì 24 novembre 2010

Prima di addormentarsi...



L'amore non conosce le ore, i giorni, i mesi, le stagioni, che sono brandelli della vita.

John Donne

martedì 23 novembre 2010

Alla festa



Come immaginavo la festa a cui ero stata invitata mi ha regalato una buona dose di noia che mi basterà a lungo.
Senza contare che sono pure stata apostrofata come "la scompagnata" e invitata a sedermi vicino alla mia amica, così da non restare proprio sola in mezzo a tutta quella gente (parenti e amici).
Beh... meglio scompagnata che stupida.

C'è stato pure un momento ilare. La bimba della coppia che mi ha invitato e che compiva un anno di vita è scoppiata in lacrime terrorizzata alla vista di un'anziana zia.
Sembra che questo accada sempre, ogniqualvolta la vecia si avvicina. Devo puntualizzare che la vecia in questione è sdentata, ha solo qualche enorme dente qua e là... e a vederla non è proprio una bellezza.

Da piccola anch'io ero terrorizzata da un amico di mio papà. Un uomo con una barba nera lunghissima e ispida! Gridavo e scalciavo quando si avvicinava perchè tentava sempre di baciarmi.
E come la vecia zia, nonostante grida e pianti, non demordeva!

giovedì 18 novembre 2010

Le costrizioni



La solitudine no che non è un affare, ti fa credere di risparmiare e invece non è che uno sperpero, di stagioni inutili e anni andati via davanti al calendario e la colpa è soltanto mia.

Samuele Bersani


Vi capita mai di essere invitati ad una cena, una ricorrenza, una festa della quale non ve ne frega niente e ci andreste solo per creanza?
A breve mi toccherà partecipare ad un compleanno con una compagnia che non mi garba per niente e già sperimentata con insuccesso.
Mi sento in trappola perchè non vorrei fare torto a chi mi ha invitato e so che ci tiene...

lunedì 15 novembre 2010

Pensiero del lunedì


In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso.


Aristotele

Buona settimana!


venerdì 12 novembre 2010

La stagione del raffreddore



Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti:
tutte mi piacciono allo stesso modo.

John Milton


Sono tornata dalla mia vacanza romana con un terribile raffreddore, che mi ha provocato febbre alta e spossamento.
Oggi mi sento finalmente meglio, ma l'umidità e la pioggia incessanti mi rendono sempre più fastidiosa e malinconica.

giovedì 11 novembre 2010

Roma 2



Pensavate che fosse stata una vacanza tutta rose e fiori?
Eh no! E come faccio normalmente, devo raccontare due eventi che mi hanno fatto incazzare.

1. Munita della RomaPass entro al Colosseo per visitare la parte inferiore aperta al pubblico di recente. Non vedo cartelli o indicazioni per la visita e mi avvicino ad uno defli uffici della soprintendenza che si aprono al piano inferiore.
In attesa che quegli affacendati smettano di parlare e mi badino sento alle mie spalle un a-ho! ripetuto più volte.
Mi giro come al rallentatore e un custode-guida-spazzino-tenia mi chiede: che vuole?
Ero già incazzata quando ho sentito a-ho! figuriamoci quando ho sentito questo maleducato modo di chiedermi di cosa ho bisogno!
Con la stessa identica maleducazione gli dico che voglio andare a vedere i sotterranei.
Un pò alla carlona mi spiega che devo fare la prenotazione perchè si può entrare solo con la guida che accetta gruppi da 25 e devo aggiungere 8 euro al costo dell'ingresso per questa visita più approfondita.
A-ho!
Sappiatelo prima di avventurarvi a Roma che per vedere i sotterranei del Colosseo dovete prenotare con largo anticipo.
Mi tocca tornare fuori.

2. Decido di fare la turista fino in fondo e prendo l'open bus. Ci vengono fornite le cuffiette per ascoltare la descrizione di luoghi e monumenti che si trovano lungo il percorso. Ma c'è una bella sorpresa. Una voce femminile con forte accento romano nelle sue descrizioni pronuncia una bella serie di parole con accenti sballati.
Alcune li ho registrate:
  • cònclave
  • Pòlluce
  • pèndici
  • celèbrano
  • pronào
  • pantheòn (molto vicino al nostro pantaeon)
  • èsedra
  • fodèro (qui salta sul seggiolino anche un gruppo di romani)
  • arterìa

Mi offro gratuitamente per fare questo mestiere. Ci sarà il mio accento veneto ma almeno le parole saranno pronunciate correttamente.



mercoledì 10 novembre 2010

Roma 1




Ho ritrovato la solita caotica e decandente città, che ad ogni angolo mostra qualcosa di sconosciuto e antico, degno di nota e di attenzione.
Ho visitato per la prima volta il Vittoriano, le Terme di Caracalla, Villa Borghese e ho messo piede sull'isola Tiberina.
Poi qualche giro qua e là per rivedere posti già noti e già amati.

Ecco alcune foto...



martedì 2 novembre 2010

Di corsa


La bellezza è l'unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana.
Ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni, ed è un possesso per tutta l'eternità.
Oscar Wilde

Mi scuso per la mia assenza ma sono troppo impegnata.
Tra due giorni partirò per una breve vacanza a Roma e ho mille cose da fare.

Buona settimana!

Foto: gatto aiuto-fiorista

venerdì 29 ottobre 2010

Nessuno sa più come si scrive?


Decidi?

Questa locandina è emblematica.

Povera lingua italiana... povero congiuntivo...

Non ci sono parole.

giovedì 28 ottobre 2010

Giugno 2011



Ehm...
Diventerò zia.


Foto: il ciuccio consegnatomi da mio fratello e la moglie ieri sera come "avvertimento"

martedì 26 ottobre 2010

Ufficio


Nessun problema può essere risolto congelandolo.


Winston Churchill


Oggi vado in ufficio carica.
Mi sa che qualcuno si prende un cazziatone, specie di capa compresa.
Ne ho le palle piene di risolvere i problemi agli altri. Facciamo che chi prende di più risolve le magagne?
A volte è proprio una questione di soldi e quindi puntiamo su questi. Visto che la mia specie di capa ne prende molti, ma molti più di me, adesso è il momento di dimostrare che li vale tutti.
Sì, sono incazzata.


domenica 24 ottobre 2010

Letture amene


Ho fatto una scoperta sensazionale! La sua straordinarietà sta nel fatto che IO me ne sono accorta, in un barlume di lucidità mattutina.

Una marca di assorbenti esterni femminili ha inventato una confezione contenente il singolo coso (in materiale plastico leggero) tappezzata di frasi alquanto interessanti:

  • Un falso antico pregiudizio dice che durante il ciclo occorre evitare di lavarsi i capelli.
  • Lo sai che mangiare frutta e cibi integrali aiuta a combattere la stitichezza che colpisce molte donne durante il ciclo?
  • Lo sai che una tisana a base di erbe, come ad esempio la calendula, è un buon rimedio naturale contro la ritenzione idrica?
  • Nella fase premestruale si possono manifestare anche effetti positivi come l'aumento del desiderio sessuale e della creatività.
  • Durante il ciclo mestruale è preferibile non eccedere nel consumo di latticini.
  • Lo sai che il cioccolato stimola la produzione di serotonina, l'ormone della felicità, carente durante il ciclo?

Beh, intanto che si maneggia sti cosi, se si ha un pò di tempo, ci si può dilettare in letture amene...

giovedì 21 ottobre 2010

Una figura di cacca


Credo che i progettisti di strade, marciapiedi, attraversamenti pedonali, ingressi di luoghi pubblici, siano tutti maschi.
Non si spiegherebbe altrimenti l'uso smodato dei sanpietrini. Belli, caratteristici, di antica memoria ma tra una piastrella e l'altra gli spazi non sono cementati.
Liberi insomma di attentare alle caviglie delle povere disgraziate come me, che, per guadagnare qualche centimetro in altezza, portano sempre i tacchi!

Tutta sta premessa per dire che ieri, uscita da una casa di cura il cui ingresso è stato di recente piastrellato con sti famosi sanpietrini, mi si è incastrato un tacco e mi sono trovata col piede ad almeno 50 cm dalla scarpa rimasta indietro...

Il tutto ovviamente davanti ad un pubblico numeroso che si è goduto la scena di me col piede in avanti e la scarpa dietro, che stramaledicevo il progettista di sto pavimento e tentavo, barcollante sull'altro piede, di sganciare la scarpa incastrata con la mano.

Una bella figura di cacca, non c'è che dire. Alla fine mi sono messa a ridere pure io.

martedì 19 ottobre 2010

Qualche domanda per approfondire un pò



Sono stata "nominata" dal Cavaliere oscuro del web per questa Staffetta dell'Amicizia... e con grande difficoltà devo cercare di ricordare cose perse nel tempo.

Queste le domande:

1- quando da piccoli vi veniva chiesto cosa volevate fare da grandi, cosa rispondevate? 2- quali erano i vostri cartoni animati preferiti?
3- quali erano i vostri giochi preferiti?
4- qual è stato il vostro più bel compleanno e perchè?
5- quali sono le cose che volevate assolutamente fare e non avete ancora fatto?
6- qual è stata la vostra prima passione sportiva o non?
7- qual è stato il vostro primo idolo musicale?
8- qual è stata la cosa più bella chiesta (ed eventualmente ricevuta) a Babbo Natale, Gesù Bambino, Santa Lucia?


1- Non me lo ricordo. Vista l'altezza credo di aver detto di voler fare la modella e così la natura ha deciso di tarparmi le ali.
2- Candy Candy!
3- Le Barbie.
4- Penso il nono o decimo compleanno, avevo una bellissima camicia bianca con le maniche corte a sbuffo e una gonna azzurra con una balza bianca in fondo. Era estate e ho invitato a sorpresa i compagni di classe.
5- La mia vita spero sia ancora lunga... molto lunga. Ne ho centinaia di cose da fare!
6- Ho fatto nuoto, ma avrei voluto fare pallavolo.
7- Madonna.
8- Non mi ricordo proprio, di solito ricevevo quel che desideravo, ma non sono mai stata una bambina che pretendeva troppo.

Foto: il Mar Adriatico visto da Montescudo

venerdì 15 ottobre 2010

Un sorriso per il week end



In un ospizio, un vecchietto si avvicina a una vecchietta:
- Guarda qui, Gina, che roba!
Dice l'anziano alla donna, mostrando una protuberanza sotto i pantaloni.
L'anziana, un pò titubante, ma anche un pò divertita, tocca la patta:
- Santo cielo Adriano, ma è durissimo! Cos'è il Viagra?
- Sì... il tubetto...


mercoledì 13 ottobre 2010

Di passaggio a Bentivoglio




Bentivoglio: proprietà di Giovanni II Bentivoglio, "Signore" di Bologna che nel 1480 diede inizio ai lavori di allargamento di una rocca preesistente per costruire un castello, luogo di svaghi e di ozio.
Le proprietà di Giovanni II, dislocate nella bassa pianura bolognese nascono dall'attenzione per il reinvestimento dei capitali, derivanti da altre fonti, in beni fondiari, nonché dalla passione per luoghi bucolici in cui trascorre piacevoli ore di svago e di intrattenimento degli ospiti in feste, banchetti e cacce, fuori dagli impegni e dagli intrighi del gioco politico cittadino.


Secondo una leggenda inventata nel 1931 da un tale Augusto Majani (illustratore e umorista bolognese), le tagliatelle sarebbero state create per la prima volta nel 1497 da Mastro Zefirano, cuoco di Giovanni II, in occasione del passaggio al castello di Lucrezia Borgia, diretta a Ferrara per sposare il Duca di quella città (Alfonso I d'Este).
Il cuoco sarebbe dunque stato ispirato dai biondi capelli di Lucrezia.



Il castello è in fase di ristrutturazione e ne ha davvero bisogno!



Di fronte al castello c'è un pregevole palazzo, ora sede della Biblioteca Comunale e di altre attività.
Nelle foto: particolare del ponticello d'ingresso e della parte sinistra dell'edificio che presenta alcuni affreschi in cattivo stato di conservazione.




lunedì 11 ottobre 2010

Un libro



Sto leggento un bellissimo libro Acciao di Silvia Avallone.

La storia di Anna e Francesca, che crescono nella degradata realtà di via Stalingrado, periferico ammasso di casermoni, con vista Isola d'Elba, all'ombra delle ciminiere che producono acciaio a Piombino.
Una vita dura, con poche speranze all'orizzonte, dove l'amore spesso è sopraffazione e miseria.

Anna sedeva al tavolo di cucina, era un giorno qualsiasi di febbraio. Il quaderno spalancato e il dizionario di latino davanti. Aveva come un tarlo, dentro. Cercava le parole senza cercarle. E il tempo non passava mai.
Non si amano le parole, non ti cambiano. Le parole non aggiustano le cose.
Anna si annoiava. Era la prima volta. Il fatto è che non era mai rimasta sola così a lungo, a guardare le cose inerti intorno, come le cose sono morte nel presente che se ne frega di te e delle tue rogne.


sabato 9 ottobre 2010

Desideri


Se potessi rivederti fra un anno, farei tanti gomitoli dei mesi.
Se l'attesa fosse soltanto di secoli li conterei sulla mano.
E se sapessi che finita questa vita la mia e la tua proseguiranno insieme, getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l'eternità.


Emily Dickinson

Una serata romantica...

giovedì 7 ottobre 2010

Distrazioni


Così come si provocano o si esagerano i dolori dando loro importanza, nello stesso modo questi scompaiono quando se ne distoglie l'attenzione.
Sigmund Freud


martedì 5 ottobre 2010

Gita fuori fuori fuori porta




Per chi non lo conoscesse, vi presento il borgo (qualificato uno dei più belli d'Italia) di Dozza (BO) a pochi km da Imola.
Arroccato su una collina, è dominato ad un'estremità da un bellissimo e curato castello, nelle cui vecchie cantine interrate sorge ora l'enoteca regionale (entrata libera).
La varietà di vini è davvero notevole e i vini sono in vendita a prezzi contenuti.
Le case di questo piccolo borgo hanno inoltre le pareti decorate da artisti provenienti da tutto il mondo; sembra una galleria d'arte all'aperto.
Molto suggestivo. Si passeggia lentamente per ammirare le immagini che si susseguono.
Ci si può fermare per un pranzo o la cena nei ristoranti che si affacciano sulla piazza del castello o lungo le strette vie, oppure, come nel mio caso, per un aperitivo vista "ponte levatoio".

Queste le mie foto: